FOTO Discarica ex Agecos, Morese risponde a Rizzi e Sciagura

Discarica ex Agecos, Morese risponde a Rizzi e Sciagura

FOGGIA, 10/03/2017 08:46

L'assessore all'ambiente al Comune di Foggia, Francesco Morese chiarisce i termini sollevati dai consiglieri Rizzi e Sciagura sull’acquisto della discarica ex Agecos: “Abbiamo già ampiamente spiegato il motivo per il quale è stato definito l'acquisto della discarica ex Agecos; ovvero questa Amministrazione comunale ha dovuto ottemperare ad un provvedimento del 2010, quando era in carica l'Amministrazione di centrosinistra. Più precisamente con la delibera 157 del 6 dicembre 2010, la Giunta comunale prende atto della scrittura privata tra il Comune di Foggia, Amica SpA e Agecos SpA riferita alla definizione transattiva della procedura di pignoramento presso terzi notificata il 28 luglio 2010 in cui il Tribunale di Foggia con decreto ingiuntivo n. 614/2010 ingiungeva ad Amica SpA di pagare alla Agecos SpA la somma di 5.565.771,50 di euro oltre interessi, e che alla scadenza dell'ultima rata del 30 aprile 2012 AGECOS SpA avrebbe dovuto trasferire ad Amica SpA o al Comune di Foggia la proprietà dell'area dove è ubicata la discarica. Circostanza che non è avvenuta in ragione del mancato versamento dell’ultima tranche di 2 milioni e 600mila euro da parte dell’Amministrazione Mongelli. Per ottenere il titolo di proprietà, propedeutica per la messa in sicurezza del sito, l’attuale Amministrazione ha provveduto all’acquisizione del suolo ad una cifra inferiore dell’ultima tranche, nell’ordine di un milione e 50mila euro, con un risparmio per le casse comunali di circa un milione e mezzo di euro. L'Amministrazione comunale in carica ha provveduto al Piano di caratterizzazione del sito di Passo Breccioso e disposto le analisi, che non erano state fatte in precedenza, che evidenziarono un inquinamento elevato della zona per il percolato che fuorusciva in conseguenza dell’assenza di lavori di copertura alle due discariche, che l’attuale Amministrazione ha provveduto a realizzare e che sarebbero dovuti avvenire nel 2012. I lavori di copertura della discarica sono quelli approvati con la deliberazione di Giunta comunale numero 74 del 13 giugno 2016, i cui costi – pari a 482.000 euro – sono a carico del Comune e sono compresi nella somma prevista per la sistemazione finale dell’area interessata dalla vasca finale, per un ammontare complessivo di 1.158.375 euro. Spero che Sciagura e Rizzi abbiano capito, una volta per tutte, che questa Amministrazione ha dovuto solo continuare una transazione iniziata nel 2010. Gli atti da poter visionare sono a disposizione di tutti, consiglieri comunali compresi”. 

Redazione

ALTRE DI CITTÀ