FOTO Sinistra Italiana, Rizzi: vogliamo una politica aperta al confronto

Sinistra Italiana, Rizzi: vogliamo una politica aperta al confronto

FOGGIA, 02/02/2017 15:02

"Partiamo dai numeri: 21.000 tessere in tutta Italia. Poco più di 2000 in Puglia. 440 in provincia di Foggia." A dichiarare la situazione del nuovo partito di Sinistra Italiana è il referente provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà,  Domenico Rizzi. "Siamo a solo qualche settimana dal congresso di Sinistra Italiana e - in queste ore - non capisco le polemiche che stanno divampando a proposito del tesseramento. Certo, il tesseramento è una questione rilevante nella vita di un partito ma penso che queste discussioni si debbano affrontare con serietà e consapevolezza. Oggi penso che il dato che più ci debba interessare è questo: viviamo un periodo molto particolare, "liquido", in continua evoluzione che non possiamo non tenere presente perché tutta la politica sta cambiando. Pensiamo a quello che sta succedendo: di scissione si parla apertamente nel PD, le recenti aperture ad ipotesi diverse rimodellano completamente il paesaggio politico sotto i nostri occhi. E' impossibile non tenere conto di tutto ciò. Vogliamo una sinistra che sia una casa comune, una sinistra che nasca dal confronto, capace di riaprire davvero la partita del cambiamento. Vogliamo una sinistra larga, popolare, democratica, un campo aperto anche ad esperienze diverse, una sinistra che possa racchiudere molte anime ed unirle in una prospettiva di governo. E, quindi, come non condividere quello che viene detto in queste ore, e cioè che in questo momento bisogna guardare con particolare interesse a quello che si sta muovendo, appunto, a Sinistra? Come non convenire sulla necessità di partire da una base politica ampia, che deve comprende anche quei protagonisti come Cgil, Arci e Movimenti che si sono ritrovati uniti (e trionfanti) durante la campagna referendaria? Tornando all'ipotesi di congresso e al tesseramento: possiamo pensare di rappresentare la Sinistra partendo da sole 21000 tessere in Italia? da appena più di duemila in quella che è stata la nostra Puglia Migliore, la regione governata per tanti anni da Nichi Vendola? da 440 tessere circa in Capitanata? Intanto il congresso a Foggia salta anche per incapacità di chi invece non solo doveva promuovere l’iniziativa politica ed il tesseramento (ancora una volta, ribadisco, miserevole) e non viene data la possibilità alle/ai tanti compagn* che si riconoscevano in SI e volevano partecipare al congresso. Per non parlare dei sondaggi che ci danno percentuali da prefisso telefonico. Io penso che sia giusto riflettere e valutare attentamente la situazione. E credo sia prematuro parlare di congresso. Tenere il prossimo congresso di Sinistra Italiana significa rischiare di dividerci tra noi senza capire cosa sta accadendo nel paese. Fermiamo la conta per aprire una giusta e necessaria riflessione a tutti i livelli. Diamo a noi stessi - al popolo della sinistra - il tempo di elaborare e comprendere le mutazioni in atto. Diamoci il tempo del confronto e anche della discussione, per poter creare un partito davvero alternativo che possa rappresentare concretamente una ipotesi di governo."

 

Ce lo chiede il paese. Ce lo chiede la Sinistra.

Redazione

ALTRE DI POLITICA