FOTO Claudio Bisio e Alessandro Gassmann presentano a Foggia "Non c'è più religione"

Claudio Bisio e Alessandro Gassmann presentano a Foggia "Non c'è più religione"

FOGGIA, 12/12/2016 13:03

Uscito nelle sale il 7 dicembre, non c’è più religione è il secondo film più visto ai botteghini. Un successo dovuto all’attualità del tema dell’integrazione affrontato con leggerezza e comicità, ma anche con molta poesia da un cast di primo livello che per mesi ha “abitato” la provincia di Foggia tra Isole Tremiti, Monte Sant'Angelo, Manfredonia e Siponto. Una terra che ha incantato i protagonisti, Alessandro Gassmann e Claudio Bisio ed il regista, Luca Miniero, che nelle scorse ore hanno voluto presentare personalmente la pellicola nella sala convegni del “Cicolella al Viale”. Con loro Raffaele Piemontese, assessore regionale al bilancio che plaude al successo, anche economico, di una precisa scelta politica sulla Cultura e sul Turismo che la Regione Puglia porta avanti ormai da qualche anno.

Coadiuvato da Daunia Production, di Pierluigi e Valentina del Carmine, i due tour manager foggiani, ormai affermati Ciceroni cinematografici e co-finanziato da Apulia Film Commission con 250mila euro, il film “Non c’è più religione” è una meravigliosa cartolina di un territorio talmente bello da stregare i protagonisti della pellicola, Bisio e Gassmann tanto da volere sul set le proprie famiglie, per condividere la magia del Gargano, ma anche - raccontano - del buon cibo.

Non si poteva vivere l’esperienza delle Isole Tremiti senza che il cuore andasse al suo cittadino più illustre, Lucio Dalla la cui voce ha dato poesia ad una delle scene portanti della pellicola. “Una dedica non prevista, nata postuma - hanno rivelato Bisio, Gassmann e Miniero - rispetto alla sceneggiatura iniziale, e arrivata con il sentimento trasmesso dalle Isole Tremiti al cast e al regista una volta arrivati sul posto”.

Redazione

ALTRE DI CULTURA