FOTO Maestre arrestate: per il gip hanno "indole malvagia"

Maestre arrestate: per il gip hanno "indole malvagia"

BICCARI, 18/04/2017 09:01

“Indole malvagia delle indagate espressa dagli schiaffi diretti in modo plateale al volto dei loro alunni e di gesti umilianti”. E’ quanto scrive il gip del tribunale di Foggia Dino dello Iacovo descrivendo la condotta delle quattro maestre di una scuola di Bovino, accusate di  maltrattamenti sui loro  alunni. I carabinieri e la procura di Foggia avrebbero documentato diverse violenze psicologiche e fisiche su sei alunni, della 2° e della 4° elementare della Paolo Roseti di Biccari. Quattro le maestre che sono andate ai domiciliari, tra cui anche una insegnante di sostegno, accusata anche di aver assistito, senza intervenire, ai comportamenti illeciti delle colleghe.  Si tratta di una maestra di 54 anni, di 58 anni, di 59 anni e di 41 anni: insegnanti residenti in altri comuni dei Monti Dauni e che quotidianamente frequentavano quella scuola. Il gip spiega che l’ambiente in quelle classi era diventato intollerabile per i piccoli alunni e la misura degli arresti domiciliari era l’unica idonea ad evitare una reiterazione del reato e l’inquinamento delle prove. Le indagini sono partite dalla denuncia, nell'ottobre scorso dal padre di un alunno della classe quarta elementare, nei confronti di una sola delle arrestate, sebbene il primo sentore di malessere all’interno dell’istituto fosse già stato dato dall’insolita migrazione di scolari verso istituti di altri paesi limitrofi, verificatasi all’inizio dell’anno scolastico in corso. Le indagini si sono sviluppate in due fasi: la prima, caratterizzata dall’acquisizione di informazioni testimoniali, ascoltando anche quindici persone, tra cui insegnanti e altri genitori, mentre la seconda fase è stata portata a termine con l’ausilio di strumenti di videoregistrazione, posizionati all’interno di un’aula dove venivano svolte le lezioni.

Luca Pernice

ALTRE DI CRONACA